IL GIARDINO ASTRALE

“Fra terra e cielo”

logo-giardino-astrale
nuovo logo dell’Associazione Culturale – no profit “IL GIARDINO ASTRALE”

L’Associazione “IL GIARDINO ASTRALE” , diretta da Rosy Frojo, ha lo scopo di stimolare e sostenere la crescita morale, spirituale, culturale e sociale dell’uomo attraverso la divulgazione delle pratiche energetiche spirituali legate alla visione creativa , artistica, ed olistica della vita, in ogni sua forma e con mezzi legalmente consentiti.

DISCIPLINE BIONATURALI

BREVE DESCRIZIONE DELLE NOSTRE PRATICHE OLISTICHE:

  • LA PRANOPRATICA
  • L’EQUILIBRIO EMOZIONALE
  • I FIORI DI BACH
  • RIFLESSOLOGIA PLANTARE
  • MASSAGGIO AYURVEDICO
  • MASSAGGIO SHIATSU
  • CHANNELLING
  • CAMPANE TIBETANE
  • MEDITAZIONE DI GRUPPO

 

  • La Pranopratica

La pranopratica ( fino a qualche anno fa denominata pranoterapia) è stata definita una disciplina bio- naturale e viene consigliata per l’equilibrio energetico psicofisico; opera attraverso l’apposizione delle mani che irradiando sul corpo, spesso a distanza, emettono energie codificate per stimolare i processi vitali della persona al fine di mantenerla in uno stato di benessere ottimale. L’energia emessa attraverso l’operatore, donata dall’Infinito Amore Divino, aiuta a ristabilire l’equilibrio del corpo, della mente e della coscienza perché nella visione olistica della vita si riconosce nell’uomo una realtà di insieme e non di separazione tra ciò che è corpo, mente, spirito. L’operatore delle Discipline Bio-Naturali, (DBN) specializzato in Pranopratica è colui che, attraverso una capacità insita emette quelle determinate frequenze cerebrali che scorrono tra la mente e le mani e che sono indispensabili al ripristino del benessere psicofisico; proietta nelle cellule scariche energeticamente le energie di recupero e stimola i processi naturali di riparazione dell’organismo. L’energia emessa dall’ operatore aiuta ad avere un livello energetico ottimale per prevenire in essere ogni forma di squilibrio energetico e di malessere.

L’Operatore Pranopratico è attivo in ambito sia pubblico che privato e, nel rispetto del proprio Codice Deontologico, non compie nessun atto medico.

La pranopratica non è miracolosa ma la si può utilizzare sia come prevenzione, caricando energeticamente il corpo; come curativa, integrandola alla medicina allopatica; come riabilitativa , rigenerativa dopo operazioni chirurgiche o dopo lunghe malattie che hanno debilitato a livello psicofisico l’organismo .

“La pranopratica non è un’alternativa alla medicina tradizionale e, quindi, non comporta assolutamente la sospensione di cure farmacologiche o trattamenti medici, ma anzi collabora in maniera fattiva ed in sintonia con il medico.”

La seduta di pranopratica inizia con un piccolo momento , da parte dell’operatore, di silenzio interiore e concentrazione per creare uno spazio vuoto per l’ascolto di tutte le sensazioni e indicazioni che di volta in volta verranno suggerite dall’intuizione o dal contatto con le energie di soccorso divine sempre presenti quando si dona; mentre la mente, il corpo e lo spirito si fondono, le mani si muovono a distanza sopra il corpo agendo come antenne che decodificano il campo energetico di chi si sottopone al trattamento. Fa parte della tecnica acquisita rilevare lo stato energetico della persona prima di ogni trattamento per percepire gli squilibri energetici latenti e lo stress psicofisico in essere, in parole più semplici ci si fa un’idea delle problematiche e delle condizioni del cliente creando con lui un contatto percettivo di risonanza.

Nella fase successiva, l’intenzione di portare amore e soccorso muove attraverso il pensiero l’energia e l’operatore comincia a creare un intenso campo energetico nell’aura del cliente così che la capacità di emanare flussi energetici entra in essere ed inizia così la sessione vera e propria.

Si appongono le mani e attraverso dei passaggi magnetici condotti a pochi centimetri di distanza dal corpo con ambedue le mani si scarica l’energia in eccesso . Mentre avviene questa esplorazione, ( le mani agiscono come antenne), si percepiscono varie sensazioni, quali : caldo, freddo, formicolio, piccole scosse elettriche percepibili come punture di spilli, perdita momentanea del tatto o stati di apnea quando il cliente è in preda ad ansia. Non solo l’operatore ma anche il cliente percepisce i cambiamenti energetici che avvengono nel suo corpo. In questa fase sia l’operatore che il cliente entrano in uno stato di rilassamento totale perché le frequenze cerebrali cambiano per poter accogliere e assorbire le energie erogate attraverso l’operatore. Le onde cerebrali più conosciute ( rilevate attraverso test energetici con macchinari particolari) sono quelle Alpa, Beta, Delta, Theta.

Si passa poi all’armonizzazione dei chakra principali e al riassorbimento da parte dell’operatore delle energie in eccesso o in difetto presenti nell’aura stessa del cliente.

L’effetto del trattamento può essere percepito dal cliente nel corso della seduta come sensazione di rilassamento, di calore benefico che induce uno stato di benessere psicofisico anche se a volte, soprattutto

durante i primi trattamenti, può verificarsi come effetto un aggravarsi momentaneo dei sintomi perché lo sblocco energetico del ristagno corporeo si scioglie liberando il dolore fisico, mentale, spirituale, intrappolato nelle cellule aiutando a superare la farse critica del malessere. Spesso anche le emozioni bloccate vengono mosse ed allora il cliente può liberarsi in un pianto liberatorio che gli consente di scaricare la carica emotiva negativa che lo teneva in stato di tensione. ( Effetto psicosomatico)

Questo è a grandi linee ciò che si può avvenire durante una seduta di pranopratica e risulta ovvio che il “miracolo” non si può ottenere in una sola seduta e solo con l’ausilio dell’operatore, molti fattori fisici, ambientali, emozionali, concorrono a creare lo stato di malessere e solo il cliente potrà, attraverso il suo cambiamento, determinare il proprio benessere, l’operatore offre il suo aiuto e l’apporto energetico necessari al raggiungimento del benessere psicofisico.

Noi siamo un “mezzo” che si pone a disposizione degli altri nel desiderio di apportare nell’individuo e nel mondo un senso di benessere fisico, morale , spirituale, portando la consapevolezza che il “vero maestro interiore “ è presente e vivo in ognuno.

Rosy Frojo e Armando Martorana

  • Equilibrio Emozionale

In ogni essere umano lo squilibrio energetico si manifesta quando sia a livello fisico che psico-emozionale si forma un blocco nello scorrere dell’energia.

Il blocco può essere determinato, oltre che da cause fisiche, da un emozione non superata o repressa.

Tutte le esperienze emozionali non superate durante il corso della vita permangono come memorie psicoenergetiche e si manifestano a livello inconscio quando ci si trova di fronte alla stessa problematica non risolta; è così che poi generano ansie, paure, frustrazioni, amarezza, stress, rabbia, senso di colpa, ferita, tristezza, dolore.A volte noi vogliamo andare in una direzione ben specifica, facendo le nostre scelte, ma queste emozioni psicoenergetiche lo impediscono facendo riaffiorare in noi sensazioni sgradevoli; è così che anche se non sappiamo perché, ci sentiamo limitati nelle nostre scelte.

L’equilibrio emozionale, attraverso la chinesiologia che determina l’emozione da integrare e attraverso la rimozione energetica sui punti dei meridiani ( canali energetici ), rimuove queste memorie psico-energetiche, le fa affiorare a livello cosciente e di conseguenza le integra così che possono venire superate.

In questo modo rimuovendo il blocco energetico emozionale si ritrova la stima di se e la capacità di affrontare la vita confrontandosi senza più timori e paure.

E’ una pratica semplice ed efficace che aiuta a ritrovare il contatto con se stessi e a scoprire le proprie potenzialità.

  • Fiori di Bach

I fiori di Bach agiscono su cause emozionali che determinano stati d’animo negativi, quali ansia paura, incertezze, mancanza di interesse per la realtà, solitudine, scoraggiamento, disperazione. Attraverso la loro vibrazione di energia sottile influiscono interiormente e positivamente aiutandoci a ritrovare il nostro equilibrio interiore ed un diverso approccio con la realtà che ci circonda.

  • Riflessologia Plantare

La Riflessologia plantare insegna che un disagio interiore viene evidenziato nel nostro corpo, e nel nostro caso, nel piede.

Attraverso un digitopressione, la riflessologia plantare riesce ad equilibrare una carenza energetica dell’organismo, tale carenza energetica nel tempo sarà la causa della malattia.

Ma come fuonziona la riflessologia plantare?

I vari studi hanno reso tale conoscenza: attraverso il sistema nervoso, che è il comando di ogni nostra attività corporea, fisica e psichica, si viene a creare un connessione fra gli organi sensoriali esterni ed interni, con il massaggio si stimola la pelle che a sua volta per riflesso darà un segnale nervoso al cerebro. Quindi con la stimolazione di ogni zona, nel punto preciso di riferimento all’organo situato sul piede, si avrà un riflesso che verrà assimilato dal cervello e il cervello a sua volta, trasmetterà tale istruzione all’organo interessato.

Con la riflessologia plantare si possono stimolare ed equilibrare tutti gli apparati del corpo; l’apparato cardio-circolatorio e linfatico, apparato osteo- muscolare, app. digerente, app. urogenitale, ghiandole endocrine, organi di senso, sistema nervoso.

  • Channelling

MESSAGGIO DEI FRATELLI DI LUCE

“ Amate, poiché amare è l’unica condizione che renderà la vostra vita più gioiosa. Siete qui giunti per capire l’amore. Amate e siate dolci nel vostro animo con le persone vicine e con quelle lontane, a volte è difficile amare soprattutto le persone vicine. Lasciate andare i vostri moti d’ira, le vostre incertezze; le vostre colpe annebbiano il vostro spirito e lo circoscrivono in un ambito negativo che imbeve tutto il vostro essere e trattiene le forze vostre: le energie dell’Anima!

Fratello, Sorella, a te ci rivolgiamo per chiedere al tuo cuore di liberarsi di questo fardello opprimente, a te chiediamo di unirti al grande canto d’Amore di tutte le creature che cantano l’inno alla vita e alla gioia, a te chiediamo di ascoltare nel tuo cuore la vibrazione di questo messaggio per far si che tu possa legarti a quel filo di speranza che è ancora in te.

Pace al tuo cuore e sii sereno nell’affrontare la tua vita, non sei solo/a, il Padre è con te e regge i tuoi passi, Amore è la chiave che apre tutte le porte”.

I Fratelli di Luce ringraziano.

Rosy Frojo, sensitiva pranoterapeuta.

Consultazioni per il processo evolutivo spirituale, attraverso il Channelling, consigli e supporti d’Amore trasmessi dalle sfere Angeliche, a noi vicini nel soccorso della comunicazione, dai piani invisibili ma vicini al nostro cuore.

  • Campane Tibetane

Le campane tibetane sono delle ciotole composte dalla fusione di sette metalli: oro, argento, mercurio, rame, ferro, stagno, piombo. Secondo i Tibetani che le usano da secoli, ogni metallo è legato all’energia di un astro ed ad esso è in armonia vibratoria; l’oro al Sole, l’argento alla Luna, mercurio a Mercurio,il rame a Venere,il ferro a Marte, lo stagno a Giove, il piombo a Saturno. A differenza delle nostre campane, il battacchio non è disposto all’interno della campana ma è libero e serve per battere la ciotola per produrre il caratteristico suono vibratorio. Quando si percuote una campana tibetana essa produce un suono che va in risonanza con le nostre vibrazioni, il suono si propaga , penetra nell’aura e nei chakra, armonizzandoli. Il massaggio armonico fatto con le campane, posto all’interno dell’aura in prossimità dei chakra, armonizza lo scorrere dell’energia e favorisce la consapevolezza. Il suono dolce e armonico che emettono sono un ottimo strumento di contatto tra la terra ed il cielo, la loro vibrazione sottile trasporta la preghiera vibrante attraverso l’etere. In oriente, abbinate alla preghiera-mantra dei monaci, sono usate per effettuare esperienze extrasensoriali od extracorporee. I monaci le usano per innalzare la vibrazione e per produrre il suono Om , il suono primordiale della creazione. Questo suono, penetrando in profondità, massaggia ogni cellula, regolarizza le onde cerebrali e guida in un sogno consapevole portandoci in uno stato alterato di coscienza, ma al tempo stesso vigile, dove tempo e spazio si dilatano momentaneamente per condurci in uno stato di armonia tra corpo mente e spirito. Le campane tibetane sono uno straordinario strumento di trasformazione e di conoscenza di se stessi, poiché ci aiutano a prendere contatto con la nostra parte interiore: l’anima, e con le energie dell’universo. L’esperienza con le campane tibetane si può fare in sessioni singole o di gruppo, ed è un’esperienza veramente straordinaria.

  • Massaggio Ayurvedico

Dall’antico e profondo oriente ci viene trasmesso per la cura dell’essere il massaggio ayurvedico.

Il massaggio ayurvedico è un massaggio che si esercita con l’uso di olio per il massaggio, su tutto il corpo, e con tecniche di manipolazione si stimolano i sistemi corporei.

Il massaggio aiuta a dissolvere lo stress e la stanchezza fisica, stimola la circolazione e la depurazione del corpo, aiutando nei problemi di trattenimenti dei liquidi.

Molto utile nella cellulite, nei dolori articolari, e nello smaltimento delle tossine.

Rende i muscoli sciolti e tonici, ridona bellezza alla pelle rendendola morbida ed elastica.

Rinforza i capelli, tendendoli morbidi e lucidi.

Utile a chi è attento al benessere psicofisico.

  • Shiatsu

Il massaggio shiatsu è un’antica forma terapeutica di manipolazione fisica.

Le sue origini, si dice siano cinesi ed abbiano radici con il “Do-In”, o con il “Anma”; il primo è simile allo yoga, mentre il secondo è un massaggio simile al nostro occidentale. Questa forma di terapia si è sviluppata in Giappone e da lì si è estesa prima in America e poi in Europa.

Lo shiatsu è un massaggio che si fa con la pressione esercitata dalle palme delle mani e dai pollici, spostando il peso corporeo, in modo da avere una pressione perpendicolare, e più profondamente nei meridiani, intesa a correggere le disfunzioni energetiche (interne) e conseguentemente a conservare e migliorare lo stato di salute.

Lo shiatsu agisce principalmente sulla struttura ossea, le articolazioni e i tendini, operando sui meridiani (canali energetici che attraversano il corpo), il cui cattivo funzionamento crea squilibri nell’energia corporea e nel sistema nervoso vegetativo; quest’ultimo ha influenze particolari sul sistema parasimpatico stimolando il rilassamento e attivando l’energia degli organi interni.

Attraverso questo massaggio si ha anche un miglioramento dell’umore e di conseguenza nei rapporti sociali, poiché il nostro corpo incamera buona parte delle tensioni nei muscoli e nella pelle e li scarica quando questi si rilassano. Questo massaggio è consigliato, oltre che per le problematiche del sistema osteo-muscolare, anche per riequilibrare l’ energie di tutti gli organi interni, prevenendo lo stato di malattia e donando gioia e serenità.

  • Meditazione di Gruppo
IMG-20160111-WA0001
meditazione di gruppo

Il “GIARINO ASTRALE”, con Rosy Frojo, sensitiva, propone periodicamente degli incontri di gruppo per favorire e scoprire le energie che ognuno possiede all’interno di sé, un processo evolutivo nella ricerca di un contatto con la propria coscienza e con l’anima per poter scoprire il potenziale di amore posseduto. L’energia di gruppo, il cerchio potenziale, è una forma archetipica che dinamizza l’energia favorendo il contatto fraterno tra i partecipanti ed eleva la capacità vibrazionale di ciascuno portandola a raggiungere la vibrazione più alta, quella dell’Amore. Ritroviamo, in questa pratica, dei momenti di pace profonda e di tranquillità che ci aiutano a sviluppare la coscienza e la creatività che arricchiscono e migliorano la nostra vita, e di conseguenza, portiamo nel nostro mondo, attraverso le energie .pensiero, un respiro di pace e di armonia.

L’incontro è suddiviso in tre momenti particolari:

-INSEGNAMENTO DEI MAESTRI

-RILASSAMENTO E MEDITAZIONE

-PERCEZIONE DELE ENERGIE E SCAMBIO CON IL GRUPPO

Advertisements